Tabacco

La sostanza

Il tabacco è ottenuto dalle foglie della pianta omonima (Nicotiana tabacum). Può essere fumato, aspirato con il naso (tabacco da fiuto) o “masticato” (si tratta di tabacco macinato finemente e tenuto sotto il labbro superiore o inferiore). Il tabacco contiene nicotina, una sostanza che induce dipendenza. Nel fumo del tabacco, che contiene circa 4000 sostanze, si trovano anche catrame, che è cancerogeno, monossido di carbonio e altri gas tossici.

Le cosiddette “sigarette elettroniche” permettono di consumare nicotina senza tabacco, poiché sono alimentate con un liquido nel quale essa è miscelata ad aromi, acqua e solventi. Sebbene in Svizzera si trovino in commercio solo cartucce prive di nicotina, è possibile importare cartucce con nicotina per uso personale.

Effetti principali e collaterali

La nicotina induce dipendenza con estrema facilità. Una volta inalata, passa dai polmoni al sistema circolatorio, e giunge direttamente al cervello già dopo 7-10 secondi, la frazione di tempo necessaria per percepire i primi effetti. Se il tabacco è aspirato con il naso, la nicotina penetra nell’organismo attraverso le mucose, più lentamente. Se il tabacco è masticato, il passaggio è meno rapido, ma anche la concentrazione nel sangue diminuisce poi a rilento.

Giunta nel cervello, la nicotina favorisce la liberazione di diversi neurotrasmettitori. Secondo lo stato psicofisico della persona, può avere un effetto stimolante e mettere di buon umore, oppure rilassare e calmare. Intensifica le percezioni, l’attenzione e la memoria, e placa la sensazione di fame. Aumenta il ritmo cardiaco e la pressione sanguigna, mentre ostruisce la circolazione nei capillari cutanei e nelle arterie coronarie.

Consumare prodotti contenenti nicotina in un breve periodo e in misura eccessiva può provocare un’intossicazione, con sintomi quali nausea, conati di vomito e diarrea.

stop-tabacco.ch

Aiuto e consigli per smettere di fumare

Università di Ginevra

Attualmente nel forum (in tedesco)

E-Zigaretten/E-Shishas

Hier geht's zum Forum

 

Conseguenze a lungo termine

Innumerevoli studi scientifici hanno provato il nesso tra il fumo e l’insorgere di tumori (polmoni, cavo orale, laringe, stomaco, pancreas, vescica, collo dell’utero, reni). I fumatori, inoltre, vivono in media meno a lungo.

Il fumo aumenta il rischio di malattie coronariche. L’arteriosclerosi indotta dal fumo riduce l’apporto di sangue (e quindi di ossigeno) al cuore. Una possibile conseguenza è l’infarto cardiaco, indotto da un’insufficienza cronica di ossigeno oppure da un’interruzione completa dell’afflusso sanguigno.

Effetti sul feto

Fumare durante la gravidanza aumenta il rischio di aborto spontaneo e il tasso di mortalità neonatale. La nicotina restringe i vasi e diminuisce la circolazione sanguigna nella placenta, privando così il feto di un apporto sufficiente in ossigeno e sostanze nutritive. Il bambino, inoltre, sarà maggiormente soggetto ad allergie e asma.

Fonti e approfondimenti

Cifre e fatti: www.dipendenzesvizzera.ch; www.at-svizzera.ch; www.suchtmonitoring.ch (in francese e tedesco)
Informazioni mediche: www.medico-e-dipendenze.ch
Un aiuto per smettere: www.stop-tabacco.ch