Newsletter | 12.2017

Buongiorno

Il tema della canapa continua a dar luogo a discussioni controverse. Al contempo, il dibattito sulla sostanza illegale più consumata in Svizzera è spesso caratterizzato da informazioni incomplete. Che tipo di canapa è permesso fumare? Qual è la differenza tra THC e CBD? È possibile fumare canapa per uso medico? Per fugare qualsiasi equivoco, vi presentiamo cinque fatti da sapere sulla canapa.

La canapa è anche oggetto della consulenza online di SafeZone.ch. Secondo un recente studio dell’UFSP, una domanda su cinque tra quelle rivolte ai consulenti concerne il consumo di canapa. Circa la metà delle persone che chiedono una consulenza è direttamente coinvolta. Un consulente di SafeZone.ch spiega le motivazioni per una consulenza online e come la consulenza sulla canapa si distingua dalle altre.

Le auguriamo un’interessante lettura e auspichiamo che continui a seguire le prossime edizioni della newsletter nell’anno nuovo.

Buone feste!

Alwin Bachmann, Lucia Galgano, Salomé Steinle
Responsables de projet SafeZone.ch

CBD-Gras

Fatti sulla canapa

1. Cannabis, marijuana e hashish non sono la stessa cosa.
Cannabis è il sostantivo latino corrispondente alla canapa. Questa definizione è spesso utilizzata per riferirsi globalmente alle piante e ai prodotti della canapa. Per marijuana o erba s’intendono le infiorescenze essiccate della pianta femminile della canapa. Nella maggior parte dei casi la marijuana è fumata come sigaretta arrotolata («canna»). L’hashish è la resina secreta dai fiori della pianta femminile della canapa. È ricavato per estrazione e viene pressato.

2. In Svizzera una persona su tre ha avuto esperienze con la canapa.
La canapa è in assoluto la droga illegale più popolare in Svizzera. Secondo gli studi, più di un terzo delle persone di età superiore ai 15 anni ha avuto esperienze con la canapa. Attualmente nel nostro Paese vi sono circa 222’000 consumatori attivi di questa sostanza. La maggior parte dei fumatori di canapa ha un’età inferiore ai 35 anni ed è di sesso maschile. Il consumo è stabile da 15 anni.

3. La canapa con un tenore di THC inferiore all’1 per cento è legale.
In Svizzera la canapa con un tenore di tetraidrocannabinolo (THC) inferiore all’1 per cento non è soggetta alla legge sugli stupefacenti e pertanto può essere coltivata legalmente. La vendita è invece soggetta all’obbligo di notifica. La canapa legale ha di norma un tenore di THC compreso tra lo 0,3 e lo 0,7 per cento. La canapa con effetti psicotropi può contenere un tenore di THC fino al 20 per cento o superiore

4. La canapa con CBD e la canapa ricca di THC (illegale) sono praticamente indistinguibili alla vista o all’olfatto, ma hanno effetti diversi.
Dopo il THC, il CBD (cannabidiolo) è il secondo cannabinoide per concentrazione della pianta di canapa. Diversamente dal THC, il CBD non ha effetti psicotropi. I prodotti contenenti CBD fanno attualmente tendenza in Svizzera e sono addirittura disponibili nel commercio al dettaglio. L’offerta comprende un’ampia gamma di prodotti, tra cui sigarette già arrotolate.

5. Canapa per uso medico
L’uso medico della canapa è soggetto all’obbligo di autorizzazione. Tuttavia l’UFSP può rilasciare autorizzazioni eccezionali per applicazioni mediche limitate. Fa eccezione il medicamento omologato Sativex®, che contiene THC e CBD sintetici. Secondo alcuni studi, la canapa espleta un effetto calmante soprattutto nei confronti di dolori cronici e antispasmodico in caso sclerosi multipla.

Cannabis, marihuana

La canapa: oggetto di consulenza online?

Informa in proposito SafeZone-Manuel (pseudonimo), consulente presso SafeZone.ch

Cosa spinge i consumatori di canapa e i loro familiari a porre domande su questa sostanza?

SafeZone-Manuel: posso suddividere i consumatori di canapa cui ho finora offerto consulenza per mail, in due gruppi principali: da un lato quelli relativamente giovani, che si chiedono se il loro consumo rimanga innocuo o se abbiano già sviluppato una dipendenza. Il secondo gruppo si colloca, dal punto di vista dell’età, attorno ai trent’anni. Trovandosi in un momento particolare della vita (p. es. preparazione a esami importanti), vogliono smettere di fumare canapa e si rendono conto che è più difficile di quanto pensassero.
A queste si aggiungono domande sporadiche su come procurarsi canapa legalmente per diversi motivi. La maggior parte dei familiari che si rivolgono a me sono genitori di adolescenti. Personalmente non hanno nessuna esperienza con la canapa e vogliono informarsi su questa sostanza e sui pericoli che rappresenta per i loro figli. Vogliono anche sapere come fare per convincerli a smettere di consumarla.

Vi sono differenze tra la consulenza sulla canapa e quella su altre sostanze?

L’età media dei consumatori che si rivolgono a SafeZone.ch per la canapa è senz’altro inferiore rispetto a quella dei consumatori problematici di alcol. I familiari sono spesso genitori, mentre nel caso dell’alcol sono soprattutto i partner a rivolgersi a noi. Altrimenti non vedo differenze significative.

Che differenza c’è tra la consulenza per mail e quella personale?

Le domande che ci pervengono via mail sono praticamente identiche a quelle poste durante una consulenza personale. Nella consulenza personale si ha a che fare con giovani inviati dai genitori, dalle scuole, dalla magistratura dei minorenni o da altri uffici e che non sarebbero venuti spontaneamente.

Consulenza in caso di consumo di canapa

Uno studio conferma la rilevanza dell’argomento della canapa nella consulenza online

L’analisi dei contenuti di uno studio, non ancora pubblicato, sull’uso di fattori d'influenza nella consulenza per mail di SafeZone.ch mostra che circa un quinto di tutte le richieste di consulenza in materia di sostanze concerne la canapa. Tra i giovani di età compresa tra i 13 e i 25 anni, la canapa è addirittura l’oggetto della maggioranza delle richieste.

Cannabis e consulenza online
Ingrandire grafico

Quasi la metà delle persone che chiedono una consulenza online è direttamente coinvolta (48%). Le rimanenti richieste provengono, nella maggioranza dei casi, da familiari (46%). A questi appartengono, in ordine decrescente, i partner, i genitori, i figli e altri familiari. Data la loro stretta relazione con la persona direttamente coinvolta, sono considerati tali anche gli amici e i coetanei.

Persone direttamente coinvolte vs. familiari
Ingrandire grafico

Lo studio «Applicazione di fattori efficaci nella consulenza via mail di SafeZone.ch» è stato svolto da Socialdesign su incarico dell’UFSP. In questo contesto sono state analizzate 1’113 consulenze anonimizzate (con uno o  più contatti avvenuti via mail). Lo studio sarà pubblicato nel febbraio del 2018.

Focus: Stop-cannabis.ch

Stop-cannabis.ch

In questo numero dedicato al tema della cannabis, vi presentiamo il sito Internet e la relativa applicazione per smartphone Stop-cannabis.ch, sviluppati dall’Istituto di Salute globale dell’Università di Ginevra. Oltre ad offrire informazioni specifiche sulla cannabis, permettono di esprimere la propria testimonianza e di discutere con altri utilizzatori al fine di condividere esperienze comuni e di beneficiare di consigli per sé stessi o per un parente o amico. L’applicazione, in particolare, accompagna l’utilizzatore a smettere di consumare della cannabis, proponendo gratuitamente una consulenza personalizzata. L’Istituto di Salute globale fa inoltre parte del team di consulenti di SafeZone.ch.

Stop-cannabis.ch
Applicazione per smartphone

Stop-cannabis.ch

Calendario

19.12.2017 dalle 14.00 alle 14.45
Chat individuale: Il comportamento di una persona a te vicina ti preoccupata, qui puoi parlarne liberamente e in forma anonima.

19.12.2017 dalle 15.00 alle 15.45
Chat di gruppo: Spazio di incontro per chi consuma
All'interno di questo spazio, tra tutti i partecipanti, deciderete quale tema è per voi interessante e importante affrontare. È uno spazio dedicato a persone che consumano sostanze e che vorrebbero avere un confronto.

09.01.2018 dalle 20.15 alle 21.00
Chat di gruppo: Spazio di parola
All'interno di questo spazio, tra tutti i partecipanti, deciderete quale tema è per voi interessante e importante affrontare. È uno spazio dedicato a persone che consumano sostanze e che vorrebbero avere un confronto.

23.01.2018 dalle 20.15 alle 21.00
Chat individuale: Il consumo di canapa
Spesso il consumo di canapa non è considerato un problema, altre volte è un problema serio, tu che fumi, vuoi parlarne?

30.01.2018 dalle 20.15 alle 21.00
Chat di gruppo: Il consumo di canapa nei giovani, visto dai genitori
Spesso un genitore si preoccupa per il proprio figlio, a volte ha bisogno di potersi confrontare, questo spazio è dedicato proprio alla condivisione di esperienze.

06.02.2018 dalle 20.15 alle 21.00
Chat individuale: Vorrei una consulenza
Consumo sostanze ma preferisco parlarne in maniera anonima! Questo è lo spazio giusto!!

Tutte le chat

Calendario

Il vostro team SafeZone.ch

Per ulteriori informazioni
www.safezone.ch