Newsletter No. 03 | Aprile 2016

Einleitung

Buongiorno,

SafeZone.ch, il portale di consulenza online sulle dipendenze, si è rivelato efficace e la prossima estate passerà al funzionamento regolare dopo la conclusione della fase pilota. La Confederazione, i Cantoni e le istituzioni coinvolti intendono continuare a lavorare insieme, incoraggiati dalle esperienze maturate durante la fase di test e dal costante aumento della domanda. Qui potete trovare diverse infografiche con i dati più recenti. Una valutazione in corso permetterà di valutare come ottimizzare ulteriormente il portale SafeZone.ch.

La canapa è una delle sostanze psicoattive più diffuse in Svizzera e figura al terzo posto dopo l’alcol e il tabacco. Sono più di 500’000 le persone che ne fanno uso, la maggior parte delle quali senza problemi. Molti consumatori sono adolescenti e giovani adulti; i minorenni che fanno uso di canapa sono sempre più a rischio, poiché devono ancora completare il loro sviluppo personale e sono quindi molto vulnerabili. Spesso gli interessati, i genitori e gli insegnanti cercano quindi consulenza su SafeZone.ch: leggete il nostro articolo sulla canapa e guardate lo spot web di SafeZone.ch sulla canapa.

SafeZone.ch è un progetto pilota dell’Ufficio federale della sanità pubblica, realizzato in collaborazione con Cantoni, servizi per le dipendenze e altri partner. In questa newsletter vi presentiamo il Beratungszentrum der Suchthilfe Region Basel che mette a disposizione un’ampia offerta di consulenza con un accento sulla prevenzione e la consulenza in materia di canapa.

Vi auguriamo una serena primavera e una piacevole lettura!

Alwin Bachmann, Lucia Galgano, Salomé Steinle
Responsabili del progetto SafeZone.ch

SafeZone.ch in cifre

Canapa

La canapa è una droga molto diffusa e nella maggior parte dei casi viene consumata senza problemi

La canapa è una delle sostanze medicinali, rituali e stupefacenti più antiche della storia dell’umanità. Pur essendo vietata da cinquant’anni, in Svizzera ne viene fatto ampio consumo. Più di 500’000 persone fanno uso di canapa almeno una volta all’anno. Nella stragrande maggioranza dei casi, chi la assume lo fa per rilassarsi e per godere degli effetti inebrianti di questa sostanza. Ma la canapa può anche essere pericolosa; i consumatori minorenni sono particolarmente a rischio, perché devono ancora completare il loro sviluppo personale e sono quindi particolarmente vulnerabili, come confermano anche le frequenti richieste di consulenza in merito sul portale SafeZone.ch.

Diffusione del consumo di canapa in Svizzera
La canapa è una droga ampiamente diffusa in Svizzera. La maggior parte delle persone ne fa uso solo occasionalmente e smette del tutto dopo un certo periodo. C’è tuttavia anche un gruppo meno numeroso di consumatori che la consuma regolarmente o, in alcuni casi, addirittura tutti i giorni. Come emerge dai dati del Monitoraggio svizzero delle dipendenze per il 2014, mentre nell’ultimo anno il 6,7% della popolazione totale aveva fatto uso di canapa almeno una volta, tale percentuale nella fascia d’età compresa tra i 15 e i 19 anni è invece del 22%. Quasi l’8,8% degli adolescenti fuma uno spinello almeno una volta al mese o più spesso, rischiando di sviluppare modelli di consumo problematici che possono ripercuotersi negativamente sul loro sviluppo psichico, fisico e sociale. È quindi necessario riconoscere per tempo gli individui a rischio e fornire loro consulenza e supporto. Il portale SafeZone.ch come piattaforma di consulenza a bassa soglia ha un compito importante in questo senso. Circa 1/3 delle richieste sul tema della canapa proviene da genitori, insegnanti e dagli adolescenti stessi che consumano canapa, che si informano e chiedono consiglio.

Quali sono i rischi legati al consumo di canapa?
I rischi per la salute legati alla canapa dipendono dalla frequenza e dalla durata del consumo come pure dalla quantità e dalla qualità della droga, dalle condizioni di salute e dalla predisposizione della persona che ne fa uso. Consumare per un lungo periodo o iniziare in giovane età è particolarmente rischioso e può causare una dipendenza psicologica e problemi psichici. In rari casi e in presenza di una predisposizione genetica, è anche possibile l’insorgenza di psicosi. Si presume inoltre che le eventuali conseguenze quali i disturbi dell’attenzione, della concentrazione e della memoria nonché le difficoltà psicomotorie provochino una riduzione delle prestazioni scolastiche o lavorative e accrescano il rischio di incidenti. Infine, il fumo è dannoso per il cuore, la circolazione sanguigna e soprattutto per l’apparato respiratorio, tanto più che, nella maggior parte dei casi, gli spinelli vengono fumati senza filtro.

Segnali di un mutamento sociale
Molti specialisti e sempre più decisori politici sono convinti che l’ormai cinquantennale approccio proibizionista nei confronti della canapa sia fallito e si dichiarano favorevoli alla ricerca di nuove soluzioni. Diverse città svizzere intendono avviare prossimamente test scientificamente monitorati al fine di valutare possibili soluzioni per la depenalizzazione e la regolamentazione della coltivazione, del commercio e del consumo di canapa in futuro. La regolamentazione del consumo di canapa è volta a far uscire dall’illegalità i consumatori e diffondere meglio i messaggi finalizzati alla prevenzione. Entrambe le misure mirano a ridurre il consumo e i problemi che ne derivano. L’informazione sui rischi legati al consumo di canapa risulta più efficace se i consumatori non sono costretti a nascondersi a causa dell’illegalità del loro comportamento. Il futuro mostrerà quali nuovi modelli sono più promettenti dal punto di vista tecnico nonché in grado di ottenere un consenso maggioritario sia a livello politico sia tra la popolazione. Su SafeZone.ch le persone che cercano consigli possono in ogni caso contare sul supporto degli specialisti. Guardate il nostro nuovo spot web!

Focus: Beratungszentrum Basel

Centro di consulenza «Suchthilfe Region Basel»

In questa newsletter sul tema della canapa, vi presentiamo il centro di consulenza «Suchthilfe Region Basel», a cui possono rivolgersi gli interessati e le persone a loro vicine per trovare sostegno nelle diverse situazioni di vita grazie a un’offerta completa di informazioni, consulenza, assistenza e supporto amministrativo. Tra i suoi principali campi d’attività figurano la prevenzione del consumo di canapa e la consulenza in tale ambito. In questo centro di consulenza, chi vuole ridurre il proprio consumo di canapa o smettere completamente, può partecipare al programma «Realize It», della durata di dieci settimane. Inoltre il centro «Suchthilfe Region Basel» offre dei corsi sulla canapa e delle consulenze individuali per la Procura dei minorenni. Diversi collaboratori del centro di consulenza «Suchthilfe Region Basel» fanno parte del team di consulenza online di SafeZone.ch.

Ulteriori informazioni

Beratungszentrum - Suchthilfe Basel

Agenda

08.04.2016 dalle 16.30 alle 17.15
Chat individuale
Parlare di un problema ma con la protezione dell'anonimato.

11.04.2016 dalle 20.15 alle 21.00
Chat di gruppo
Ogni tema è il benvenuto! Il mondo delle sostanze è ampio e vario per cui il tema sarà deciso insieme all'interno della chat.

18.04.2016 dalle 20.15 alle 21.00
Chat individuale
Parlare di un problema ma con la protezione dell'anonimato. All'interno di questo spazio avrete la possibilità di porre domande o di esporre preoccupazioni in merito alle sostanze.

02.05.2016 dalle 20.15 alle 21.00
Chat di gruppo
Il consumo come strategia per stare bene tra le persone. È possibile poi definire meglio il tema con i partecipanti della chat.

09.05.2016 dalle 20.15 alle 21.00
Chat individuale
All'interno di questo spazio privilegiato potrete porre le vostre domande sul tema delle droghe e del loro consumo.

23.05.2016 dalle 20.15 alle 21.00
Chat di gruppo
Ogni tema è il benvenuto! Il tema è definito in accordo con gli altri utenti e con il moderatore.

30.05.2016 dalle 20.15 alle 21.00
Chat individuale
Il tema lo decidete voi a seconda della necessità.

Chat individuali
Chat di gruppo

Evento per la fine della fase pilota del progetto
22.06.2016 alle 15.00
Luogo: Ufficio federale della sanità pubblica, Berna-Liebefeld

Chat di gruppo

Il vostro team SafeZone.ch

Per ulteriori informazioni
www.safezone.ch