Cocaina

La sostanza

La cocaina è una sostanza eccitante estratta dalle foglie di coca, un arbusto sudamericano. È spacciata sotto forma di polvere, bianca o giallognola, oppure di sassolini. Ha sapore amaro. Sovente è tagliata con analgesici o altri farmaci che, particolarmente in caso di consumo regolare, possono essere dannosi alla salute. Di solito la cocaina in polvere è aspirata con il naso (“sniffata”). Più raramente è sottoposta a trasformazione chimica per essere poi fumata o iniettata; in tal caso, la denominazione gergale è “crack”, “base” o “freebase”.

Effetti principali e collaterali

La cocaina stimola il sistema nervoso, inducendo euforia e benessere fisico, con un aumento dell’efficacia e del rendimento. Questi effetti, come i rischi che essi comportano, possono variare molto da un individuo all’altro, e dipendono da diversi fattori quali il dosaggio e la purezza della sostanza, il grado di assuefazione della persona e la forma di consumo. Possono incidere anche la costituzione psicofisica e l’ambiente circostante nel momento in cui si assume la sostanza.

Le proprietà vasocostrittrici della cocaina causano un aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna. Dosi elevate possono indurre crisi di angina pectoris (forte dolore toracico) o un arresto cardiaco. A livello psichico, la cocaina è euforizzante, dà una sensazione di maggiore potenza e aumenta la fiducia in sé, ma provoca anche paure e disagio nei contatti sociali. Può rendere più aggressivi e porta a sopravvalutare le proprie capacità, talvolta con gravi conseguenze. Dopo il consumo possono insorgere umore depressivo, una sensazione di vuoto, apatia e disturbi del sonno. Inoltre, immediatamente dopo che gli effetti si sono smorzati, la persona prova sovente una forte e sgradevole pulsione a ricominciare.

Se consumata assieme ad altre sostanze, la cocaina comporta effetti negativi anche maggiori. Combinata con l’alcol, ad esempio, forma cocaetilene, una sostanza tossica molto pericolosa per il sistema cardiocircolatorio.

Consulenza via mail

Domande?

Qui si accede alla consulenza via mail



Chat attuali

lun. 20 nov. '17
14:00 - 14:45

CHAT DI GRUPPO: giocatori d'azzardo UNITEVI

Le trappole del gioco d'azzardo

Moderazione: SafeZone-Gemma

Chat attuali

lun. 20 nov. '17
15:00 - 15:45

Chat individuale: rien ne va plus

Il gioco d'azzardo che da passione si trasforma in malattia

Moderazione: SafeZone-Gemma

Chat attuali

lun. 20 nov. '17
17:30 - 18:15

Chat individuale: AzzardoBASTArdo

Questo è lo slogan di un gruppo che si occupa di dipendenza da gioco d'azzardo. E sì è dura us...

Moderazione: SafeZone-Gemma

Chat attuali

mar. 21 nov. '17
14:00 - 15:00

Chat individuale

Un'ora a tu per tu con un professionista: garantito l'anonimato.

Moderazione: SafeZone-Gilda

Chat attuali

mar. 21 nov. '17
20:15 - 21:00

Il consumo di canapa nei giovani, visto dai genitori

Mio/a figlio/a consuma THC e sono preoccupata. Momento di confronto per capire quando è necessar...

Moderazione: SafeZone-Milly

Chat attuali

mer. 22 nov. '17
13:30 - 14:15

Chat individuale: Vincere facile...

Come dice Totti nelle pubblicità a favore dell'azzardo. Sarà vero?

Moderazione: SafeZone-Gemma

Chat attuali

mar. 28 nov. '17
20:15 - 21:00

Io consumo. Ma non è facile dirlo.

Spesso ci si vergogna a chiedere aiuto o una semplice consulenza, qui è possibile farlo senza do...

Moderazione: SafeZone-Milly

Conseguenze a lungo termine

Se assunta in modo assiduo e regolare, la cocaina aumenta il rischio di dipendenza, induce un impulso irrefrenabile e incontrollabile a rinnovare il consumo (il cosiddetto “manco” o “craving”), modifiche della personalità, disturbi psichici e una diminuzione permanente delle funzioni cognitive. Possibili esiti a lungo termine sono malattie infiammatorie gravi, lesioni alla muscosa nasale, agli organi interni e ai denti, indebolimento del sistema immunitario.

Effetti durante la gravidanza

A causa del suo effetto vasocostrittore, la cocaina può indurre un infarto della placenta, con un apporto insufficiente di sostanze vitali al feto. Un consumo frequente durante la gravidanza può favorire, più tardi, problemi di comportamento nel bambino. Aumenta inoltre il rischio di un parto prematuro, oppure può inibire la crescita del feto o provocarne la morte a uno stadio di sviluppo avanzato.

Fonti e approfondimenti

Cifre e fatti: www.dipendenzesvizzera.ch
Informazioni mediche: www.medico-e-dipendenze.ch
Informazioni per un consumo sicuro (“safer use”):
www.know-drugs.ch; www.saferparty.ch; www.danno.ch